Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Crowfall creation guild


volrath
 Share

Recommended Posts

Avete letto l'annuncio?

http://crowfall.com/en/news/wanted-crowfall-creations/

 

In pratica le gilde sono incoraggiate ad inviare i propri video di reclutamento.

 

L'iniziativa è stata pubblicizzata anche su MMORPGITALIA al seguente link

http://www.mmorpgitalia.it/threads/crowfall-invita-le-gilde-ad-inviare-video-reclutamento.379895/

 

 

dite che abbiamo qualche gilda già attiva e qualche esperto di grafica per partecipare anche noi italiani?

Link to comment
Share on other sites

Ciao.

Anche a me piacerebbe vedere i video delle gilde nostrane. :)

 

Se devo essere sincero, non percepisco qui in forum che le gilde del Belpaese abbiano una significativa attività sul Vasto Mondo.

Fenris ci ha presentato gli Ultima Noxa, ma non sta postando racconti del loro operato in Crowfall.

Chosenhack ci ha annunciato che in gioco vedremo la sua gilda, i Furians, ma anche lui non ci aggiorna sulle ultime attività.

Di altri non ho notizie rilevanti (al più ricordo un thread di un'altra gilda italiana in sezione gilde abbandonato da febbraio 2016)

 

Probablimente preferiscono organizzarsi su altri canali.

Del resto non esiste ancora una meccanica di gioco per le gilde che possa dare ad essa maggiore visibilità.

Poi, parliamoci chiaro, Crowfall non somiglierà molto a Big World: una sequenza di combattimenti random attorno alle aree dove si raccolgono risorse rare in cui alcune gilde si impegnano oggi a primeggiare.

 

Per quanto riguarda il mio contributo, non ho un numero considerevole di iscrizioni alla gilda che vorrei avviare.

Per di più, ragionando in prospettiva di Throne War e senza aver fissato obiettivi a lungo termine, non ho intenzione di avviare una campagna di iscrizioni simile a quella di gilde tradizionali.

Quando avrò chiaro cosa potrà diventare Twilight Shoots nel lungo termine, capirò anche se è il caso di investire tempo nella realizzazione del video.

Non ho fretta: non sono abbastanza ottimista da dare per certo che il gioco sarà disponibile entro il 2017 :P

Catelyn: War will make them old, as it did us. I pity them.
Mathis: Why? Look at them. They're young and strong, full of life and laughter. And lust, aye, more lust than they know what to do with. There will be many a bastard bred this night, I promise you. Why pity?
Catelyn: Because it will not last. Because they are the knights of summer, and winter is coming.

A Clash of Kings, Chapter 22, Catelyn II.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Crowfall Discord Channels: international (english) - italiano

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

Uhm....da quello che ho capito nella sezione italiana avranno postato messaggi si e no una 30tina/40tina di persone, e già si delinea la volontà di creare 4 o 5 gilde diverse....

 

Voglio sperare che questo numero si riduca di molto...su questo mmo è sicuro che servirà una gilda gigantesca per poter sopperire ai vari rami di crafting....e ai tanti pg di tipo diverso per i vari tipi di combattimenti....io sono stato su diversi mmo in cui il crafting era una bazzecola rapportato a questo, e con 40/50 player attivi era comunque una rogna avere buona parte dei crafting disponibili in gilda....immaginiamo su Crowfall che potrà essere.... :wacko:

 

Ed inoltre vorrei evitare la figura di m... di fronte alle gilde Inglesi, Tedesche, Francesi o Russe che siano, che sicuramente saranno molto più numerose di noi.....ma vi immaginate andare ad esempio dai tedeschi (che magari han 2 o 3 gilde da 100 persone ognuna)  con una gilda che conta 5/10 (ma diciamo pure 20) membri a chiede un alleanza? ma quelli ci ridono in faccia e ci cacciano via con un calcio nel posteriore.....senza contare che saremo dipendenti da altri per qualsiasi oggetto di crafting.....

 

non la vedo bene....meglio avere 1 o 2 gilde belle grosse, fare la differenza sul campo di battaglia, essere presi sul serio dalle altre gilde dei vari paesi........raga non si può essere tutti capogilda....

 

personalmente non voglio essere capo di un bel niente, sceglierò la gilda in base alla grandezza e all'organizzazione interna ad essa....

 

direi che la prima cosa che serve è un TS bello capiente, io ho un amico che ne ha uno che porta 100 persone, se vi va di venire per fare due chiacchiere mandatemi un messaggio che vi mando l'indirizzo, sarebbe utile sopratutto un confronto tra le varie persone che vogliono creare diverse gilde e che possono portare qualche giocatore con loro....

 

Senza dar torto a Rikforfun, ma credo che il gioco sia più avanti di quello che sembra, l'uscita era prevista per dicembre 2016, poniamo che slitta di 5/6 mesi e andiamo a finire a maggio/giugno.....ancora 2 o 3 mesi e potremmo essere chiamati a menare le mani.... ;)  meglio farsi trovare pronti!

Link to comment
Share on other sites

hubo, non potrei essere più d'accordo sul fatto che l'utilità di gilde piccole sia nulla.

 

D'altra parte però è anche evidente che unire persone con obiettivi diversi non produce duraturi schieramenti (mi risparmio ovvi e trasversali riferimenti alla politica del nostro Paese).

 

Questo non è il primo gioco orientato al PVP che esista e raccoglie l'eredità di Shadowbane ed altri.

In quei contesti si sono incontrati ed hanno cooperato più persone per diversi anni ed oggi queste persone vengono qui forti di una esperienza e di una struttura organizzativa.

Non chiederei mai ai Furians o agli Ultima Noxa di rinunciare ad una identità che hanno intenzione di valorizzare, perché questa è la ragione per cui sostengono Crowfall (non si tratta, devo assolutamente fartelo notare, della volontà di creare gilde o del desiderio di essere capogilda). 

 

D'altra parte Crowfall non è solo gioco di confronto militare, ma anche economico. 

Nessuno finora ha postato in sezione italiana proponendo una gilda che enfatizzi anche questo aspetto del gioco... a parte il sottoscritto che non ha la minima esperienza.

Peraltro ho espressamente dichiarato che il mio esperimento di raccogliere giocatori per coordinarci sull'aspetto harvesting/crafting si poneva come obiettivo non il gioco rilasciato ma la milestone di Throne War.

 

Inoltre non è necessario ad un giocatore italiano trovare una gilda italiana.

C'è chi ha la capacità di intendersi a meraviglia senza ricorrere alla lingua madre e può accasarsi felicemente con altri giocatori. 

Così WaltZie è membro dei Caldera.

 

Questo contesto è simile a quello di altri Paesi e la ArtCraft ne è a conoscenza.

Infatti il gioco è progettato per consentire una considerevole fluidità alle gilde.

 

Da un lato è prevista la possibilità di creare sub-gilde ovvero gilde subordinate ad una gilda più grande.

Dall'altro abbiamo la struttura degli EK, dove i giocatori privi di gilda o provenienti da gilde diverse possono aggregarsi fino a raggiungere un numero sufficiente a fondare una gilda (o sub-gilda) per condividere lo stile di gioco che meglio li aggrada.

 

Questo potrebbe consentire (faccio un esempio) agli Ultima Noxa di mantenere il loro approccio decisamente orientato al PVP e di accogliere in una branca a parte i giocatori che si dilettano a craftare molteplici oggetti (magari strumenti di assedio).

Potrebbe consentire (altro esempio) ad un gruppo di harvester di creare una sottogilda dei Caldera dove parlando italiano ci si accorda per andare in cerca d'oro. 

 

Concludendo. Le gilde non nascono grandi, ma si ingrandiscono.

 

Quindi in primo luogo c'è da chiarire che stile di gioco intendiamo adottare (ed io non sono tra coloro che ne avranno piena consapevolezza prima dell'uscita del gioco).

La lingua che viene adottata per comunicare non è un aspetto secondario per uno stile di gioco. In questo senso anche io sono più propenso a collaborare con giocatori italiani.

Secondo punto vedere tra quante persone condividiamo un determinato stile di gioco e se siamo disposti a collaborare secondo regole condivise.

A questo scopo ben vengano contatti per canali diversi dal forum (teamspeak, discord, profili steam o quanto altro) che mi propongo di considerare, fosse anche per dare una informazione utile ad una sola persona interessata. 

Terzo vedere in quale EK ed in quale gilda (madre o sub-gilda, italiana o meno) questa aggregazione possa collocarsi.

 

Appena avremo sottomano qualcosa di più concreto sugli EK (quindi tra poche settimane) potremmo concentraci una proposta più precisa dell'auspicio di "una gilda di italiani"

 

Magari avessi torto sull'uscita del gioco. Sarei tra i primi a rallegrarmene. :D

Comunque credo che farò in modo di farmi trovare pronto (c'è una ragione per cui seguo il forum costantemente). ;)

 

Edit: qualche correzione ed una piccola aggiunta

Edited by RikForFun

Catelyn: War will make them old, as it did us. I pity them.
Mathis: Why? Look at them. They're young and strong, full of life and laughter. And lust, aye, more lust than they know what to do with. There will be many a bastard bred this night, I promise you. Why pity?
Catelyn: Because it will not last. Because they are the knights of summer, and winter is coming.

A Clash of Kings, Chapter 22, Catelyn II.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Crowfall Discord Channels: international (english) - italiano

Link to comment
Share on other sites

Hai propio ragione, sai che li per li neanche ci avevo pensato....le gilde vanno assemblate in base anche al tipo di server in cui si sceglierà di giocare...se a dei giocatori non piace il full loot su Dregs neanche ci metteranno mai piede....e magari se ne andranno su God's Reach...

 

Questa è una vera rogna!!! cazzarola!! rischiamo davvero di spezzettarci...

 

inoltre anche da un punto di vista degli EK sarà un problema....chi gioca su Dregs non può portarsi oggetti da "casa" ma inizia con niente....e per questo ragione per quale motivo chi gioca su Dregs dovrebbe comprare qualcosa negli Eternal Kingdoms?....(fatta eccezione forse per i materiali per costruire case e castelli)....

 

Paradossalmente i maggiori acquirenti di oggetti dovrebbero essere proprio chi gioca su God's Reach server in cui si potranno portare oggetti craftati precedentemente....

 

Invece i maggiori venditori saranno proprio chi proviene dai Dregs che portano di ritorno con se materiali di rank 10 (che andranno a ruba immagino...e a prezzi elevati...)

 

Se io giocassi su God's Reach vorrei portarmi in gioco oggetti craftati con materiali provenienti dai server Dregs....

 

ok ok ok.....lo so.....ma che diavolo stà dicendo questo tizio vi starete chiedendo voi....il fatto è che io lavoro in banca e la prima cosa che mi viene in mente è il profitto ed il funzionamento del mercato.

 

(così a naso eh!!! mi sa tanto che buona parte del mio gameplay si fonderà sul commercio... :P)  (che vergogna.... :unsure: )

Edited by hubo
Link to comment
Share on other sites

Quello che scrivi mi ricorda che ho dimenticato una cosa importante. In una parola il kneeling.

In italiano purtroppo credo il concetto non venga descritto con una sola parola, ma viene chiamato "atto di vassallaggio".

 

Nelle meccaniche di Crowfall è previsto che una gilda si dichiari assoggettata ad una gilda nell'ambito di una campagna in corso.

 

Questa possibilità potrebbe consentire ad una gilda poco numerosa, magari composta da italiani poco avvezzi al PVP,  di avventurarsi nel dreg.

Lì una gilda può ricevere un ultimatum ad assoggettarsi o essere distrutta (poniamo) dagli Ultima Noxa, ma anche scegliere di inginocchiarsi per cooperare con i Caldera ed evitare di essere sconfitta o assoggettata da altri.

 

In sintesi credo che le gilde, in ragione dello stile di gioco dei componenti, avranno un fascia di predilezione in cui partecipare (Dreg, Infect, God's Reach).

Tuttavia non sono precluse avventure in aree dove il rischio è maggiore (è ovvio che non lo siano dove è minore :P).

 

§

 

Per quanto riguarda il commercio, il modello ideato ci è noto solo in parte.

Sappiamo cioè come si acquisiscono le risorse, ma non come sia conveniente spenderle.

 

Certamente le risorse di rarità massima saranno ambite.

Scusa se mi permetto di precisare, il rank dovrebbe essere relativo alle zone di provenienza del materiale: POI o area di raccolta. La rarità del materiale in sé invece va a colori: grigio, bianco, ... porpora (ovviamente mai visti facendo i test su sanctuary :P )

 

Mi aspetto però che ci sia qualcosa che richieda enormi quantità di risorse comuni, in modo che il valore di queste ultime non sia del tutto irrisorio.

Ipotizzo che siano necessarie tonnellate di legno, metallo e minerale per la creazione di palizzate, mura e torri. Centinaia di tonnellate di legno, metallo e minerale per la creazione delle stesse parcel. 

Chi torna dal dreg carico d'oro e pietre preziose, potrebbe costruire la sala del trono del castello. Sarebbe però più conveniente per lui metterne anche una parte sul mercato per costruire la regione dove può sorgere il castello.

 

Ma, ripeto, sto solo postando un mio ragionamento.

Vedremo, probabilmente non tanto presto visto che il costo di creazione degli oggetti vari dovrà essere accuratamente bilanciato. :)

Catelyn: War will make them old, as it did us. I pity them.
Mathis: Why? Look at them. They're young and strong, full of life and laughter. And lust, aye, more lust than they know what to do with. There will be many a bastard bred this night, I promise you. Why pity?
Catelyn: Because it will not last. Because they are the knights of summer, and winter is coming.

A Clash of Kings, Chapter 22, Catelyn II.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Crowfall Discord Channels: international (english) - italiano

Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...