Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Proposta per un EK europeo (di Kraahk)


RikForFun
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti.

Ormai gli EK stanno per arrivare e stiamo iniziando a discuture di come aggragre nel miglior modo possibille (cioé per divertirci di più) giocatori con meno facilità di comunicazione in lingua diversa dall'italico idioma.

Quella che segue è la traduzione della parte introduttiva di una proposta fatta nella sezione EK da uno dei più attivi membri della board e della community tedesca, Kraahk.

Il thread in cui l'idea è esposta completamente: European Countries Kingdom

 

La sua proposta, ben lontana dall'essere "scolpita nella pietra" non è la sola esistente per convogliare giocatori diversi a collaborazioni che possono poi essere la base per esperienze più durature.

Non è il solo a prestarsi a questo tipo di attività e vi lascio una lista di altre proposte che ho seguito e sto tuttora seguendo:

Free Land of Azure

RHIME

Domain of Mazzaroth
 

Non è di nessuna utilità costituire una gilda con pochi membri se non collocandola in una organizzazione più ampia.

Aderire ad una di queste porposte protrebbe essere l'evoluzione della mia iniziativa di aggregare giocatori italiani per la durata della prima campagna di test (che dovrebbe chiamarsi Throne War): Twilight Shoots.

 

---------------

 

In breve:

Il progetto per un Eternal Kingdom (Reame Etermo) per i Paesi europei - per aiutare a sviluppare le aggregazioni nazionali di giocatori, dando loro un centro di comunicazione ed una solida base. Semplice esempio nell'immagine in basso. Quanto ciò può interessare voi ed il vostro Paese? Cose vorreste trovare? Quali sono i vostri dubbi? E quali le vostre idee?

 

---------------

 

Primo: Al momento questo è più inteso come una sorta di sondaggio che un invito. Ci sarà indubbiamente "qualcosa" come quello che segue. Ma nulla al momento è scolpito nella pietra. Al momento sono più interessato in riscontri, scambi di idee ed entrare in contatto con persone interessate.
Secondo: Dal momento che la maggior parte di dettagli riguardo agli EK non sono ancora definiti, molte delle assunzioni su cui questo progetto è ideato sono frutto di ampia speculazione - quindi ogni cosa è passabile di cambiamento.

 

---------------

 

Il quadro generale

Immaginiamo un Eternal Kingdom che possa servire come un centro per Paesi europei. Con un Palazzo principale internazionale, una estesa area per eventi/attività nazionali ed internazionali e un'area auto-amministrata per ogni nazione partecipante, ciascuna grande quanto la parcel di una provincia e terre circostanti.

Immaginiamo un EK che supporti Paesi con piccoli gruppi di giocatori e provveda a quanti siano economicamente attivi un posto per essere presenti ed avere parte in un colossale sistema economico.

Immaginiamo un inclusivo sistema di governo che supporti stili di gioco con diverse caratteristiche. Con la libertà di usare e sviluppare il reame del vostro Paese nel modo adeguato al vostro Paese. Immaginiamo che non si debba mai abbandonare i risultati del proprio sforzo come Paese, ma trasferirli in un reame dedicato al proprio Paese, quando giunga il tempo.

 

Gli obiettivi

Detto semplicemente:

  1. Essere tutore dei gruppi di giocatori di Crowfall con un non-ancora-così-attivo insieme di giocatori (ma il potenziale di divenire tale).
  2. Dare al gioco un altro livelllo al di fuori della competizione dei Campaign World. (Non a sostituzione dei CW's. Ricordiamo le affermazioni di ACE: i CWs sono la partita di calcio, gli EKs la stagione. In un EK come questo, Paesi differenti possono esibire i loro successi nel corso della stagione - immediatamente comparabili gli uni con gli altri - ... e quindi , forse, incoragiando la competizione -- diciamo: una promozione dei progressi)
  3. In terzo luogo, ma nondimeno un punto. Dal momento che l'EK ha carattere internazionale: arricchire l'Europa con una solida (e magari almeno occasionalmente unita ;)) base che possa affrontare i suoi forti competitori del resto del mondo.

Per dare un idea, questo è l'esempio di come questo reame potrebbe essere. Solamente un primo esempio e molto essenziale.

 

qbOZgdy.jpg

 

 

(... omississ ...)

Edited by RikForFun

Catelyn: War will make them old, as it did us. I pity them.
Mathis: Why? Look at them. They're young and strong, full of life and laughter. And lust, aye, more lust than they know what to do with. There will be many a bastard bred this night, I promise you. Why pity?
Catelyn: Because it will not last. Because they are the knights of summer, and winter is coming.

A Clash of Kings, Chapter 22, Catelyn II.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Crowfall Discord Channels: international (english) - italiano

Link to comment
Share on other sites

Mi sorgono un paio di dubbi:

 

riguardo al costo di tutto ciò, chi dovrebbe pagare, o costruire le parcels e le strutture, e chi di conseguenza dovrebbe amministrali?

 

Ci sarà dello spazio dedicato ai vari giocatori, per delle ambasciate delle gilde o ai vari mercati dei giocatori?

 

In ogni caso questa idea mi piace molto, il fatto che non ci sia una hub prefatta dagli sviluppatori sempre uguale ma che ce ne sia una creata da un gruppo di giocatori, dinamica, controllata nelle strutture e nel commercio interamente e soltanto dai giocatori stessi.

In ogni caso questa idea deve essere sviluppata bene per poter funzionare.

 

L'unico punto debole di questa idea è che è fatta dalla community, probabilmente non mancheranno litigi, divisione o ban tra proprietari dell'EK o delle singole zone, ma in fondo è anche questo il gioco, no?

 

Sai per caso se ci sarà un "rappresentante" per ogni nazione?

Edited by Protectorem
Link to comment
Share on other sites

@Protectorem grazie per il tuo post.

Confidavo che qualcuno ponesse domande, in modo di poter esporre l'idea da una prospettiva più vicina ai giocatori meno assidui.
Non ero certo di aver la risposta ad ogni domanda, ma contavo di continuare a raccogliere informazioni e tradurre a mano a mano che l'ideatore divulgasse i particolari del progetto.  

 

Kraahk, oltre a investire il suo tempo nel progetto di Ravenheart, è tra i fondatori della community di lingua tedesca (CFC) che è già di ragguardevoli dimensioni.
Quindi, piuttosto che lanciarsi in speculazioni sul progetto di Ravenheart, attende di avere altre informazioni sulle meccaniche degli EK ed una idea più precisa sulle adesioni al suo progetto prima di compiere passi più impegnativi.

 

Intanto ha apprezzato la mia traduzione e, non parlando italiano, mi ha scritto le risposte che avrebbe voluto dare alle domande del post precedente.
Cedo a lui la parola, ringraziandolo caldamente.

 

------
Prima di tutto, tutto quello che concerne Ravenheart riguarda libertà e decisioni. Ravenheart offre le opportunità. Voi prendete le decisioni.

 

Ci sarà un rappresentante per ogni Paese?

 

Il progetto prevede che ogni Paese possa decidere per se stesso se gli è ncessario avere un leader/rappresentante. Sarebbe utile, ma non è necessario. Se la community non possiede un leader (anarchia), la suddivisione della terra e delle aree per edifici verrà curata dall'amministrazione di Ravenheart. Se c'è un leader (in una qualche forma), il leader avrà la gestione di questo compito. Se un Paese vuole prendere parte a programmi di carattere più ampio nel reame, sarà necessaria la presenza di un leader o incaricato che parli nella lingua dell'amministrazione, cioé inglese.

 

Verranno forniti luoghi dedicati a gilde o a giocatori singoli?

 

In linea generale entrambi. Tuttavia una community dediderà per se stessa se consentire l'assegnazione di spazio (housing) solo a gilde o anche a giocatori singoli e per quali intenti venga utilizzata l'area del proprio Paese (solo ambasciate di gilda, solo commerci, solo una qualsiasi altra cosa, tutto quanto assieme).

 

Per quanto riguarda i costi, chi li paga (o mette in piedi le strutture) e, dunque, amministra il tutto?

 

Non sappiamo ancora molto relativamente ai costi. Fino ad ora sappiamo che ci saranno costi per il mantenimento degli edifici (ma non per parcel e fortificazioni). Chi piazza un edificio, dovrà pagare il costo per la manutenzione o esso finirà in degrado.

 

L'amministrazione di Ravenheart posizionerà alcune parcel tax-free accanto ad ogni fortificazione del Paese, con l'effetto di ridurre il costo di manutenzione, non ci sarà distinzione se voi usate una fortificazione di Ravenheart o quella di uno dei vostri compatrioti. [Nota di Rik: le parcel tax-free ed il loro effetto sono state menzionate durante la campagna kickstarter ed elargite in consistente quantita ai backer, in ragione dell'ottimo andamento della campagna. Al momento non è certo se queste parcel siano esclusive o acquisibili in gioco al rilascio]

Il progetto prevede che inizialmente ogni Paese usi una fortificazione di Ravenheart, ma i cittadini possono votare per utilizzare una fortificazione di uno dei propri compatrioti. Siate consapevoli che questo rende tale persona un Nobile che può gestire il territorio. Nel caso il voto sia contestato, noi probabilmente organizzaremo un torneo per giungere ad una decisione. Se non desiderate che il proprietario della fortificazione sia il leader, potrete trovare qualcun altro (ancora tramite una votazione) che diverrà un Nobile di grado maggiore.

Tutto questo deve essere messo alla prova nel corso dei futuri test sugli EK. Prima iniziamo, migliore sarà il risultato finale, quando il gioco verrà pubblicato. Al momento attuale non c'è nulla che sia scolpito nella pietra a parte l'idea generale.
------

 

Aggiungo una cosa a beneficio di chi è meno a conoscenza della storia di Crowfall.
Nel corso della campagna di kickstarter i pacchetti comprendevano un certo numero di mesi di VIP ed altri elementi relativi a Crowfall (edizione per collezionisti, fortificazioni, visite agli studi, araldica espansa, ...).

 

Quando ArtCraft ha cambiato il piano iniziale passando da fortificazioni fisse a strutture modulari, ha consentito il riscatto di tali elementi ed ha offerto i pacchetti composti da parcel-fortificazione-decorazioni ad un prezzo pari a circa un decimo di quello attuale.

 

Questo ha consentito a noi sostenitori di ampliare le fortificazioni ottenute con l'adesione a kickstarter e/o di acquisirne altre.
In sostanza, un baker non ha dovuto raccogliere l'ammontare di denaro sonante corrispondente al prezzo attuale per avere a disposizione le fortificazioni disegnate nella mappa. :)
 

Edited by RikForFun

Catelyn: War will make them old, as it did us. I pity them.
Mathis: Why? Look at them. They're young and strong, full of life and laughter. And lust, aye, more lust than they know what to do with. There will be many a bastard bred this night, I promise you. Why pity?
Catelyn: Because it will not last. Because they are the knights of summer, and winter is coming.

A Clash of Kings, Chapter 22, Catelyn II.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Crowfall Discord Channels: international (english) - italiano

Link to comment
Share on other sites

Non lo so....adesso cambiare il programma in corso con una cosa del genere....dopo che ci era stato promesso un EK personale e la gente aveva quindi pagato per avere questo...rimpiazzarlo con un mondo pubblico o semipubblico? A me non piacerebbe...

 

ma poi la stessa cosa del Ravenhearth la puoi fare in un EK ..basta mettersi d'accordo tra le gilde per dire: ok creiamo un EK in cui ogni territorio assegnato appartiene ad una gilda (anche straniera) e il gioco è fatto. Senza Bisogno di Ravenhearth...

 

C'è anche da dire che quando si crea un EK lo si nomina, quindi per esempio il mio EK potrebbe chiamarsi: NightCave_ITALY

quindi già così si capisce e sarebbe facile saltare dentro e fuori EK di altre nazioni...

 

Se non ricordo male avevano parlato anche di una classifica di EK, cioè quando si apre la finestra degli EK pubblici vi appare una lista ordinata con gli EK più grandi e frequentati in cima e gli ek più piccoli in fondo...

Già immagino che in cima ci saranno le nazioni più numerose con le gilde più forti...e sarà anche una vetrina per la gilda..per reclutare nuovi giocatori...mi piace questo gioco è tutto focalizzato per sviluppare la competizione tra i giocatori...se tu hai 10 EK italiani, dove vai a cercare la gilda ? tra i primi della lista....quindi chi sta in cima si cucca probabilmente molti più gildani di un' altra gilda, che anche se migliore in pvp, non riesce a trovare nuovi giocatori per crescere perchè non si è data da fare negli EK....

 

Eh! sarà una dura lotta anche per accaparrarsi chi ha terre e oggetti da posizionare.....

Link to comment
Share on other sites

Non lo so....adesso cambiare il programma in corso con una cosa del genere....dopo che ci era stato promesso un EK personale e la gente aveva quindi pagato per avere questo...rimpiazzarlo con un mondo pubblico o semipubblico? A me non piacerebbe...

 

Scusa, ma non ho capito a cosa ti riferirisci. Penso di essermi spiegato male.

Tutti avremo un EK personale. Potremo entrarci in qualsiasi momento e metterci parcel, fortificazioni, decorazioni, edifici.

Sarà possibile farlo visitare, concedere ad altri il permesso di amministrarlo in parte (vassalli) ed impedire l'accesso agli indesiderati.

Per la fase di test non resterà online se non per un ora al giorno.

Dopo il rilascio non si sa. 

Riflettendoci, molto probablimente un mio EK personale non avrebbe ragione di attirare visitatori e potrebbe bastarmi un'ora al dì per farlo visitare agli interessati. :P

 

Per molti stili di gioco sarà più sensato contribuire ad un EK più vasto, per attività in collaborazione con altri giocatori.

 

ma poi la stessa cosa del Ravenhearth la puoi fare in un EK ..basta mettersi d'accordo tra le gilde per dire: ok creiamo un EK in cui ogni territorio assegnato appartiene ad una gilda (anche straniera) e il gioco è fatto. Senza Bisogno di Ravenhearth...

Sì, certo.

Ravenheart è una proposta dove Kraahk si prenderebbe l'onere e l'onore dell'amministrazione a più alto livello.

Nel progetto è anche previsto che una community nazionale cresca al punto tale da trovare più comodo organizzarsi in un proprio EK.

Domani se trovo tempo traduco quella parte. :D

 

Considerando lo stato della community italiana oggi, trovo che potrebbe essere utile appoggiarsi a proposte più ampie per non disperderci tra tutti i giocatori degli altri Paesi.

C'è un sufficente numero di italiani per creare una gilda abbastanza ampia da giocare un ruolo negli scontri armati nel dreg e aperta ad ammettere giocatori meno assidui e orientati a crafting ed harvesting? Bene.

Non c'è ancora? La cosa migliore per aumentare il numero di giocatori italiani è trovare iniziative da fare insieme. :)

 

Se c'è qualche altra iniziativa che ritenete altrettanto interessante, parliamone.

Abbiamo una sezione intera per questo. :)

Edited by RikForFun

Catelyn: War will make them old, as it did us. I pity them.
Mathis: Why? Look at them. They're young and strong, full of life and laughter. And lust, aye, more lust than they know what to do with. There will be many a bastard bred this night, I promise you. Why pity?
Catelyn: Because it will not last. Because they are the knights of summer, and winter is coming.

A Clash of Kings, Chapter 22, Catelyn II.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Crowfall Discord Channels: international (english) - italiano

Link to comment
Share on other sites

Questa è la traduzione del paragrafo della proposta di Kraahk che concerne la migrazione.

 

Come potrete leggere, entra molto nel dettaglio e propone un modello con tanto di cifre che potrebbe non integrarsi con le meccaniche del gioco.

Quindi ricordate sempre che tutto ciò è semplicemente una linea guida di quello che sarà.

 

---

Per mettere le cose in chiaro, l'obiettivo di questo reame è ... liberarsi di voi!!! Sì, mi avete capito...   ;)

In altre parole, se il vostro reame si è ingrandito abbastanza da avviare un proprio prospero EK, allora tutto è andato per il verso giusto - nessun cittadino può mai essere un prigioniero, Comunque, siete molto apprezzati se mantenete una rappresentanza o un avamposto commerciale.

Ad ogni modo questo richiede un modello per la migrazione. E qui c'è una prima idea.

 

Ogni nazione avrà opportunità di portare i propri possedimenti con se, quando deciderà di essere cresciuta a sufficienza. In linea generale si sono due modi per farlo.

Potete riordinare tutte le fortificazioni e parcelle che avete guadagnato, per posizionarle su un altro EK, in qualsiasi momento.

Potete spostare tutte le fortificazioni e parcelle che avete guadagnato e farne quello che volete.

[ndRik: secondo i principi di Ravenheart (country development e taxes and mainteinance) una nazione può guadagnare fortificazioni e parcel tramite una tassazione che superi i costi di mantenimento - non ho ancora tradotto i paragrafi relativi. :P ]

 

Nel primo caso potrei immaginare una tassa dell'1% per un tempo fissato, diciamo sei mesi. Con la possibilità di proseguire con questa tassazione, volontariamente, a supporto dei successivi progetti dell'EK dove avete iniziato.

Il secondo caso richiederebbe un favorevole voto cittadino che stabilisca che parcel/fortificazioni vengano trasferite ad un'unica persona - e deve essere pagata una imposta per il trasferimento (Immagino tra il 10 ed il 20% del valore di gioco). Se un'intera nazione pone la sua fiducia su di una sola persona deve avere certezza riguardo tale scelta. Il 10-20% è una barriera che garantisce che i cittadini abbiano effettivamente tale convinzione e che abbiamo la capacità economica di proseguire... inoltre rappresenta un capitale iniziale qualora le cose vadano molto male. Il 10-20% resterà nella banca della nazione, garantendo la possibilità di far funzionare nuovamente le cose, anche nel peggiore dei casi.

---

 

Catelyn: War will make them old, as it did us. I pity them.
Mathis: Why? Look at them. They're young and strong, full of life and laughter. And lust, aye, more lust than they know what to do with. There will be many a bastard bred this night, I promise you. Why pity?
Catelyn: Because it will not last. Because they are the knights of summer, and winter is coming.

A Clash of Kings, Chapter 22, Catelyn II.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Crowfall Discord Channels: international (english) - italiano

Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...